Disclaimer: il modello che segue è stato preparato da un avvocato (https://drschwenke.de) è stato creato in base ai requisiti tipici di un negozio online. Tuttavia, è necessario utilizzare il modello solo dopo un attento esame e adattamento al proprio modello aziendale specifico. Il seguente esempio contiene quindi note aggiuntive da rispettare e passaggi in rosso da controllare in modo particolare e da adattare se necessario. Si prega di rimuovere le note dopo la modifica. In caso di dubbio, rivolgersi a un legale. Copyright: è possibile utilizzare il design all'interno del dominio/sito web a condizione che la licenza di Marketpress sia valida anche per esso. Non è consentita la trasmissione a terzi, compresi i clienti (ad esempio come sviluppatori).

Termini e condizioni generali con informazioni per i clienti

1. ambito di applicazione
2. offerte e descrizioni di servizi
3. processo di ordinazione e conclusione del contratto
4. prezzi e costi di spedizione
5 Consegna, disponibilità della merce
6. modalità di pagamento
7. riserva di proprietà
8 Garanzia per difetti di materiale e garanzia
9. Responsabilità
10. conservazione del testo del contratto
11. disposizioni finali

1. ambito di applicazione
1.1 Il rapporto commerciale tra [inserire: DemoShop e.K., proprietario: Max Muster Demostraße 1, 12345 Demostadt] (di seguito "Venditore") e il cliente (di seguito "Cliente") è regolato esclusivamente dalle seguenti Condizioni Generali di Contratto nella versione valida al momento dell'ordine.

1.2 Per consumatore ai sensi delle presenti CGV si intende qualsiasi persona fisica che stipula un negozio giuridico per uno scopo che non può essere prevalentemente attribuito né alla sua attività commerciale né alla sua attività professionale indipendente. Un imprenditore è una persona fisica o giuridica o una società di persone con capacità giuridica che, nel concludere un negozio giuridico, agisce nell'esercizio della propria attività commerciale o professionale autonoma.

1.3 I termini e le condizioni divergenti del cliente non saranno riconosciuti se il venditore non ne accetta espressamente la validità.

2. offerte e descrizioni di servizi
2.1 La presentazione dei prodotti nel negozio online non costituisce un'offerta giuridicamente vincolante, ma un invito a effettuare un ordine. Le descrizioni delle prestazioni nei cataloghi e sui siti web del Venditore non hanno carattere di assicurazione o garanzia.

2.2 Tutte le offerte sono valide "fino a esaurimento scorte" se non diversamente indicato con i prodotti. Salvo errori e omissioni.

Nota: inserire di seguito le etichette dei pulsanti applicabili.
3. processo di ordinazione e conclusione del contratto
3.1 Il Cliente può selezionare senza impegno i prodotti dell'assortimento del Venditore e raccoglierli in un cosiddetto carrello della spesa tramite il pulsante [aggiungi al carrello]. All'interno del carrello, la selezione dei prodotti può essere modificata, ad esempio cancellata. Successivamente, il cliente può procedere alla conclusione del processo d'ordine all'interno del carrello cliccando sul pulsante [Continua alla cassa].

3.2 Facendo clic sul pulsante [ordine con obbligo di pagamento], il cliente presenta una richiesta vincolante di acquisto della merce presente nel carrello. Prima di inviare l'ordine, il cliente può modificare e visualizzare i dati in qualsiasi momento e tornare al carrello con la funzione "indietro" del browser o annullare completamente il processo d'ordine. Le informazioni necessarie sono contrassegnate da un asterisco (*).

3.3 Il Venditore invierà quindi al Cliente una conferma automatica di ricezione via e-mail, in cui l'ordine del Cliente è nuovamente elencato e che il Cliente potrà stampare utilizzando la funzione "Stampa" (conferma d'ordine). La conferma automatica di ricezione documenta semplicemente che l'ordine del cliente è stato ricevuto dal venditore e non costituisce un'accettazione della richiesta. Il contratto di acquisto è concluso solo quando il venditore ha inviato o consegnato al cliente il prodotto ordinato entro 2 giorni o ha confermato la spedizione al cliente entro 2 giorni con una seconda e-mail, una conferma d'ordine espressa o l'invio della fattura. L'accettazione può avvenire anche tramite una richiesta di pagamento inviata dal Venditore al Cliente e al più tardi con il completamento dell'operazione di pagamento. In caso di più processi di accettazione, sarà determinante la data di accettazione più vicina. Se il Venditore non accetta l'offerta dell'Acquirente entro il termine di accettazione, non sarà concluso alcun contratto e l'Acquirente non sarà più vincolato dalla sua offerta.

3.4 Nel caso di clienti che sono aziende, il termine di cui sopra per la spedizione, la consegna o la conferma dell'ordine è di sette giorni anziché due.

3.5 Se il Venditore consente il pagamento anticipato, il contratto si conclude con la comunicazione delle coordinate bancarie e la richiesta di pagamento. Se il pagamento non viene ricevuto dal venditore entro 10 giorni di calendario dall'invio della conferma d'ordine, nonostante la data di scadenza, anche dopo una nuova richiesta, il venditore recede dal contratto con la conseguenza che l'ordine decade e il venditore non è obbligato alla consegna. L'ordine viene quindi completato per l'acquirente e il venditore senza ulteriori conseguenze. La prenotazione dell'articolo in caso di pagamento anticipato viene pertanto effettuata per un massimo di 10 giorni di calendario.

4. prezzi e costi di spedizione
4.1 Tutti i prezzi indicati sul sito web del Venditore sono comprensivi dell'IVA applicabile per legge.

4.2 Oltre ai prezzi indicati, il Venditore addebita le spese di spedizione per la consegna. Le spese di spedizione saranno chiaramente comunicate all'Acquirente in una pagina informativa separata e durante il processo di ordinazione.

5 Consegna, disponibilità della merce
5.1 Se è stato concordato un pagamento anticipato, la consegna avverrà dopo il ricevimento dell'importo della fattura.

5.2 Se la consegna della merce non avviene per colpa dell'acquirente nonostante tre tentativi di consegna, il venditore può recedere dal contratto. I pagamenti effettuati saranno rimborsati al cliente senza indugio.

5.3 Se il prodotto ordinato non è disponibile perché il Venditore non è fornito dal suo fornitore senza alcuna colpa, il Venditore può recedere dal contratto. In questo caso, il venditore informerà immediatamente il cliente e, se necessario, proporrà la consegna di un prodotto analogo. Se non è disponibile un prodotto comparabile o se il cliente non desidera che gli venga consegnato un prodotto comparabile, il venditore rimborserà immediatamente al cliente il corrispettivo già pagato.

5.4 I clienti saranno informati sui tempi di consegna e sulle restrizioni di consegna (ad esempio, la limitazione delle consegne a determinati paesi) su una pagina informativa separata o all'interno della rispettiva descrizione del prodotto.

5.5 Nel caso di clienti che siano aziende, il rischio di perdita accidentale e di deterioramento accidentale della merce passa all'Acquirente nel momento in cui il Venditore ha consegnato la merce allo spedizioniere, al vettore o a qualsiasi altra persona o istituzione designata per effettuare la spedizione; le date e i termini di consegna indicati non sono date fisse, fatte salve promesse e accordi contrari.

5.6 Il Venditore non sarà responsabile per ritardi nella consegna e nell'esecuzione dovuti a cause di forza maggiore e a eventi imprevedibili che rendano la consegna significativamente più difficile o impossibile per il Venditore nei confronti dei clienti imprenditori, anche nel caso di scadenze e date concordate in modo vincolante. In questo caso, il Venditore avrà il diritto di posticipare la consegna o la prestazione per la durata dell'impedimento più un ragionevole periodo di avviamento. Il diritto di posticipare la scadenza si applica anche ai clienti imprenditori in caso di eventi imprevedibili che influiscono sull'attività di un pre-fornitore e per i quali né il pre-fornitore né il venditore sono responsabili. Per la durata di questo impedimento, il cliente è anche esonerato dai suoi obblighi contrattuali, in particolare dal pagamento. Se il ritardo è inaccettabile per il cliente, quest'ultimo può recedere dal contratto mediante dichiarazione scritta dopo aver fissato un termine ragionevole o dopo essersi consultato con il venditore.

6. modalità di pagamento
6.1 Il cliente può scegliere tra le modalità di pagamento disponibili nell'ambito e prima della conclusione del processo d'ordine. I clienti saranno informati sui mezzi di pagamento disponibili in una pagina informativa separata.

6.2 Se è possibile il pagamento tramite fattura, il pagamento deve essere effettuato entro 30 giorni dal ricevimento della merce e della fattura. Per tutti gli altri metodi di pagamento, il pagamento dovrà essere effettuato in anticipo senza alcuna detrazione.

6.3 Se per l'elaborazione dei pagamenti vengono incaricati fornitori terzi, ad esempio Paypal, si applicano i loro termini e condizioni generali.

6.4 Se la data di scadenza per il pagamento è determinata dal calendario, il cliente sarà già in mora se non rispetta la scadenza. In questo caso, il cliente dovrà pagare gli interessi di mora previsti dalla legge.

6.5 L'obbligo del cliente di pagare gli interessi di mora non impedisce al venditore di chiedere ulteriori danni per inadempimento.

6.6 Il cliente ha diritto alla compensazione solo se le sue contropretese sono state legalmente stabilite o riconosciute dal venditore. Il cliente può esercitare il diritto di ritenzione solo se le richieste derivano dallo stesso rapporto contrattuale.

7. riserva di proprietà
La merce consegnata rimane di proprietà del venditore fino al completo pagamento.
Per i clienti imprenditori vale inoltre quanto segue: il venditore conserva la proprietà della merce fino alla completa liquidazione di tutti i crediti derivanti da un rapporto commerciale in corso; l'acquirente è tenuto a trattare la merce acquistata con cura finché la proprietà non gli è ancora passata. In particolare, è tenuto ad assicurarlo adeguatamente a proprie spese contro il furto, l'incendio e i danni causati dall'acqua al valore di sostituzione, nella misura in cui ciò sia appropriato o usuale nel settore. Se devono essere eseguiti lavori di manutenzione e ispezione, l'acquirente dovrà eseguirli tempestivamente a proprie spese. La lavorazione o la trasformazione della merce prenotata da parte del cliente sarà sempre effettuata per conto del venditore. Se la merce sottoposta a riserva di proprietà viene lavorata con altri oggetti non appartenenti al Venditore, quest'ultimo acquisisce la comproprietà del nuovo oggetto nel rapporto tra il valore della merce sottoposta a riserva di proprietà e gli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione. Per tutti gli altri aspetti, all'articolo creato dalla lavorazione si applicheranno le stesse condizioni dei beni soggetti a riserva di proprietà. Il cliente cede il credito anche per garantire i diritti nei suoi confronti che sorgono nei confronti di un terzo attraverso la combinazione della merce riservata con un bene. L'accesso di terzi alla merce di proprietà o in comproprietà del venditore deve essere notificato dal cliente senza indugio. Il cliente è tenuto a sostenere le spese per un'azione di terzi o le spese per una liberazione extragiudiziale derivanti da tali interventi. Il cliente ha il diritto di rivendere la merce con riserva di proprietà nel corso della normale attività commerciale. Il cliente cede al venditore, a titolo di garanzia, tutti i crediti derivanti dalla rivendita o da altri motivi legali relativi alla merce soggetta a riserva di proprietà (compresi tutti i crediti di saldo da conto corrente). Il venditore autorizza revocatoriamente il cliente a riscuotere i crediti ceduti al venditore per suo conto e in nome proprio. L'autorizzazione all'addebito diretto può essere revocata se il cliente non rispetta i suoi obblighi di pagamento. Il venditore si impegna a svincolare le garanzie a cui ha diritto su richiesta del cliente quando il loro valore di vendita complessivo supera la somma di tutti i crediti in sospeso del venditore derivanti dal rapporto commerciale di oltre 10% (in caso di rischio di realizzo di oltre 50%). La scelta dei titoli da rilasciare spetta al venditore. Con l'estinzione di tutti i crediti del venditore derivanti dalle operazioni di consegna, la proprietà della merce riservata e dei crediti ceduti passa all'acquirente. La scelta dei titoli da svincolare spetta al venditore.

8 Garanzia per difetti di materiale e garanzia
8.1 La garanzia (responsabilità per i difetti) è determinata in conformità alle disposizioni di legge, fatte salve le seguenti disposizioni.

8.2 La garanzia esiste per i beni forniti dal Venditore solo se questa è stata espressamente concessa. I clienti saranno informati dei termini della garanzia prima dell'avvio del processo d'ordine.

8.3 Se l'acquirente è un imprenditore, egli è tenuto a controllare la merce senza indugio, nonostante l'obbligo di legge di notificare i difetti, e a comunicare per iscritto al fornitore eventuali difetti materiali riconoscibili senza indugio, al più tardi entro due settimane dalla consegna, e eventuali difetti materiali non riconoscibili senza indugio, al più tardi entro due settimane dalla scoperta. Non costituiscono difetti gli scostamenti di qualità, peso, dimensione, spessore, larghezza, finitura, modello e colore che sono abituali nel commercio, ammissibili secondo gli standard di qualità o scostamenti minori.

8.4 Se il cliente è un imprenditore, la scelta sarà tra la rettifica o la successiva consegna della merce difettosa da parte del venditore.

8.5 In deroga alle disposizioni in materia di responsabilità delle presenti CG, per i clienti imprenditori i difetti materiali si estinguono di norma un anno dopo il trasferimento del rischio, a meno che la legge non preveda termini più lunghi, in particolare nel caso di disposizioni speciali per il ricorso dell'imprenditore. Nel caso di beni usati, la garanzia dei clienti imprenditori è esclusa.

8.6 Se il cliente, che è un imprenditore, ha installato l'oggetto difettoso ai sensi del § 439 (3) del Codice Civile tedesco (BGB) in un altro oggetto o lo ha fissato ad un altro oggetto in conformità al tipo e all'uso previsto, il venditore non è obbligato, previo accordo esplicito e fatti salvi gli altri obblighi di garanzia, a rimborsare al cliente le spese necessarie per la rimozione dell'oggetto difettoso e l'installazione o il fissaggio dell'oggetto riparato o fornito privo di difetti nell'ambito della prestazione successiva. Di conseguenza, il Venditore non è nemmeno tenuto a rimborsare le spese per la rimozione dell'articolo difettoso e l'installazione o il montaggio dell'articolo riparato o consegnato privo di difetti nell'ambito di un ricorso da parte del cliente all'interno della catena di fornitura (cioè tra il cliente e i suoi clienti).

9. Responsabilità
9.1 Le seguenti esclusioni e limitazioni di responsabilità si applicano alla responsabilità del Venditore per i danni, fatti salvi gli altri requisiti di legge per le richieste di risarcimento.

9.2 Il Venditore è responsabile senza limitazioni se la causa del danno è dovuta a dolo o colpa grave.

9.3 Inoltre, il Venditore sarà responsabile per la violazione lievemente colposa di obblighi essenziali, la cui violazione metta in pericolo il raggiungimento dello scopo del contratto, o per la violazione di obblighi il cui adempimento consenta in primo luogo la corretta esecuzione del contratto e sulla cui osservanza il Cliente faccia regolarmente affidamento. In questo caso, tuttavia, il Venditore sarà responsabile solo per i danni prevedibili tipici del contratto. Il Venditore non sarà responsabile per la violazione lievemente colposa di obblighi diversi da quelli menzionati nelle frasi precedenti.

9.4 Le limitazioni di responsabilità di cui sopra non si applicano in caso di lesioni alla vita, all'incolumità fisica e alla salute, per un difetto successivo all'assunzione di una garanzia sulla qualità del prodotto e in caso di difetti occultati in modo fraudolento. La responsabilità ai sensi della legge sulla responsabilità del prodotto rimane inalterata.

9.5 Nella misura in cui la responsabilità del Venditore è esclusa o limitata, ciò vale anche per la responsabilità personale dei dipendenti, dei rappresentanti e degli agenti ausiliari.

10. conservazione del testo del contratto
10.1 Il cliente può stampare il testo del contratto prima di inoltrare l'ordine al venditore utilizzando la funzione di stampa del suo browser nell'ultima fase dell'ordine.

10.2 Il Venditore invierà inoltre al Cliente una conferma d'ordine con tutti i dati dell'ordine all'indirizzo e-mail fornito dal Cliente. Insieme alla conferma d'ordine, ma al più tardi al momento della consegna della merce, il cliente riceverà anche una copia delle Condizioni generali di contratto, insieme alla politica di cancellazione e alle informazioni sui costi di spedizione, nonché sulle condizioni di consegna e di pagamento. Se vi siete registrati nel nostro negozio, potete visualizzare i vostri ordini nell'area del vostro profilo. Inoltre, memorizziamo il testo del contratto, ma non lo rendiamo accessibile su Internet.

10.3 I clienti che sono imprenditori possono ricevere i Documenti del Contratto via e-mail, per iscritto o tramite riferimento a una fonte online.

11. disposizioni finali
11.1 Se l'acquirente è un imprenditore, il luogo di adempimento è la sede legale del venditore, fatti salvi altri accordi o disposizioni di legge obbligatorie, mentre il foro competente è la sede legale del venditore se il cliente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico o se l'acquirente non ha un foro generale nel paese di residenza del venditore. Il venditore si riserva il diritto di scegliere un altro foro competente ammissibile.

11.2 In caso di imprenditori, si applica il diritto della [Repubblica Federale di Germania / Repubblica d'Austria], ad esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci, a condizione che non esistano disposizioni di legge obbligatorie in senso contrario.

11.3 La lingua contrattuale è il tedesco.

Nota: di seguito si segnala che il link http://ec.europa.eu/consumers/odr/ deve essere cliccabile
11.4. la piattaforma di risoluzione delle controversie online (ODR) della Commissione europea per i consumatori: http://ec.europa.eu/consumers/odr/. Non siamo disposti né obbligati a partecipare a una procedura di risoluzione delle controversie davanti a un collegio arbitrale dei consumatori.